Quando ho lavorato negli Stati Uniti consumavo i pasti in una mensa per dipendenti (E.D.R. – Employee Dining Room). Quello che mangiavo era abbastanza “indecente” e non dico questo perché sono italiana:  credo che indipendentemente dalla nazione di provenienza, nessuno potesse affermare che ciò che mangiavamo regolarmente fosse buono. E probabilmente neanche sano!

Dopo un mese la comunità Taiwanese cominciò a farsi spedire ramen liofilazzato da Taiwan e disertò sempre più spesso la mensa. Io in realtà non volendo “tirarmela troppo”, continuavo con il mio spirito d’adattamento (insomma un conto è doverlo fare per anni,  un altro solo per pochi mesi) e cercavo di mangiare grosse insalate (divenni famosa per essere l’italiana-mangia-lattuga).

Questo era un esempio di come si presentasse il nostro vassoio ogni giorno (c’era chi giurava fosse quello usato nelle prigioni americane ma non ho mai approfondito l’argomento):

Vassoio Mensa EDR

Vassoio Mensa EDR

Insomma, una sbobba.

Ma quali erano gli altri cibi americani o piatti pronti decisamente “strani” o immangiabili che ho trovato negli Stati Uniti? Eccone 15!

Twizzlers

Twizzlers

1) Twizzlers. Non so neanche che cosa fossero ma il colore da solo già mi metteva in allarme. E il sapore…dolcissimo!

Easy cheese cibi americani

Easy cheese

2) Cheese Whiz. Un formaggio spalmabile sintetico. In confronto la Philadelphia potrebbe passare per prodotto Slow Food.

American Bread

American Bread

3) Il pane in cassetta (American Bread). Ora, io sono pugliese e quindi sono cresciuta per fortuna in una famiglia dove si comprava un pane con la crosta croccante (come quello di Altamura o Laterza) non quei panini cingommosi per anziani senza denti. Quindi per me quello che loro chiamano “pane” è solo un ammasso di farina raffinatissima e zucchero. E molte altre schifezze per renderlo morbido e consumabile anche mesi dopo il confezionamento.

Chicken Parmesan

Chicken Parmesan

4) Chicken Parmesan. Ora…da dove cominciare. La prima volta che l’ho visto al banco della mensa pensavo di aver letto male il cartellino ma no, servivano davvero del pollo alla parmigiana. In realtà era un pollo gratinato al forno con parmigiano (o un surrogato) e sugo. Dopo due mesi era diventato uno dei miei piatti preferiti (forse per colpa della fame post lavoro o della disperazione).

Fettuccine Alfredo

Fettuccine Alfredo

5) Fettuccine Alfredo. No questo piatto non sono riuscita a capirlo fino alla fine. Perché unire del pollo con il formaggio cremoso alla pasta scotta? Misteri.

Red Velvet Cake

Red Velvet Cake

10) Red Velvet Cake. Va bene fa il suo effetto quando la si vede sul vassoio ma…quel rosso era troppo innaturale per un dolce. E il colorante mi raschiava la gola.

Blue cheese cibi americani

Esempio di salsa “Blue cheese”

6) Le salse per l’insalata. L’insalata dovrebbe essere per antonomasia un piatto leggero, ipocalorico e se uno volesse, anche depurante. Quando ho chiesto la prima volta un’insalata in mensa , la domanda d’obbligo che mi era stata posta dal server era stata che tipo di dressing desiderassi: maionese, salsa al formaggio blu (tipo il nostro Gorgonzola), ecc.? Penso che gli americani, come dei novelli Re Mida, riescano a rendere calorica qualsiasi cosa.

Beef Jerky

Beef Jerky

7) Beef Jerky. Ammetto che non ho avuto il coraggio di assaggiarle ma forse avrei potuto fare uno sforzo. Sono dei bastoncini di carne essiccata e un  po’ cingommosa. A Yellowstone ovviamente fornivano anche la variante con la carne di bisonte.

Corn Dog

Corn Dog

8) Corn Dog. Questo era servito regolarmente a colazione ogni giorno insieme alle patate arrosto, beacon,  uova strapazzate, waffles e pancake. L’ho preso solo una volta per capire esattamente che cosa fosse: un wurstel ricoperto da una pastella spessa fatta con la farina di mais. Per me era disgustoso ma de gustibus

Biscuits and gravy

Biscuits and gravy

9) Biscuits and gravy. Anche questo faceva parte della colazione ma sicuramente era molto più apprezzato dalla sottoscritta. Purtroppo non c’erano ogni giorno in mensa. Erano dei paninetti unti (se ne mangiavo più di uno lo stomaco incominciava a soffrire) serviti con una salsa all’arrosto che io realtà non prendevo mai.

barbecue sauce

Barbecue sauce

11) Salsa barbecue. Era ovunque. All’inizio era anche quasi piacevole da assaggiare, aveva quel retrogusto affumicato quasi “interessante”. Ma già dopo qualche settimana incominciò a diventare nauseante. Le chips in pacchetto al sapore barbecue andavano ancora bene ma la salsa barbecue sulla pizza??? Decisamente no.

Pecan Pie

Pecan Pie

13) Pecan Pie. La servivano a mensa almeno una volta a settimana. L’ho assaggiata una sola volta perché un unico morso era già il primo passo per un diabete alimentare fulminante.

Macaroni and cheese cibi americani

Macaroni and cheese – Kraft

14) Macaroni and cheese. Ma che ve lo dico a fare? Pasta scotta e formaggio imbarazzante.

Pizza ham and pineapple

Pizza ham and pineapple

12) Pizza con prosciutto cotto e ananas (Pizza with ham and pineapple). Mi potete dire quello che volete, che in fondo non è malaccio, che è dolce, ecc. No, è disgustosa. Punto. Dio ci ha fatto creare la Margherita per un motivo. Amen.

Blueberry

Blueberry Candies

15) Tutto ciò che era al sapore blueberry. Perchè era blu e con un sapore dolcissimo.  Dalle caramelle alle merendine. Erano davvero mirtilli? Chissà.

E NEL PROSSIMO POST DEDICATO AL CIBO, PARLERÒ INVECE DI CIÒ CHE MI È PIACIUTO MANGIARE NEGLI STATI UNITI (SÌ ESISTE ANCHE DEL CIBO OTTIMO!)


INFO UTILI

TI INTERESSANO GLI STATI UNITI? VORRESTI LAVORARE ANCHE TU NEGLI USA? SCOPRI LA MIA SEZIONE “WORK AND TRAVEL USA”!